Home / Fidati di noi

Fidati di noi

MANODOPERA
di Diamela Eltit

L’anonimo dipendente di un supermercato racconta le sue giornate tra i corridoi e gli scaffali, descrive il feticismo delle merci, il controllo sui corpi, gli effetti inesorabili di un mondo dove tutto si vende e si compra.
Ad accompagnarlo ci sono altre voci, più riconoscibili: Isabel, Gloria, Enrique, Gabriel, Sonia, Andrés, Pedro, conviventi forzati di uno spazio che non può dirsi casa, dove l’empatia della condivisione è soppiantata dalle logiche ciniche della sopravvivenza, dove ciò che conta è la tirannia del contratto, l’oscenità del turno, il licenziamento di massa, l’occhio implacabile del supervisore; dove il corpo è l’ultimo vestigio di un’irreversibile degradazione.

Manodopera offre una cruda, eppure profondamente realistica, lettura del sistema di produzione neoliberale, interpretando in filigrana le sue perversioni.
Con una prosa visionaria, incalzante, allegorica, Diamela Eltit immerge il lettore in un universo estremo capace di incarnare le molteplici sfumature della violenza, della degenerazione e dello svilimento del mondo del lavoro.

Chiudo l’occhio. Sbatto le palpebre. Lo faccio più e più volte fin quando non recupero la visuale. E ritrovo il mio meraviglioso sorriso, questa presenza, il movimento armonico delle mie mani. Che ve ne pare? Ho ripreso il pieno possesso. Col mio corpo che mi sta appiccicato (come una seconda pelle) mi muovo all’interno del supermercato. Mi addentro nelle sue viscere.
Proseguo deciso.
E sì, cara mia. Fino al midollo.

Diamela Eltit
Santiago, 1949), cilena di origini palestinesi, è la più importante scrittrice del panorama latinoamericano contemporaneo. La forza della sua proposta letteraria, la coerenza del suo universo narrativo e performativo, l’acuta critica al neoliberalismo e al regime dittatoriale di Pinochet, rendono la sua vasta produzione, narrativa e saggistica, un riferimento fondamentale per riflettere sul mondo contemporaneo.

«Nei suoi romanzi la letteratura sperimentale e l’impegno politico coesistono naturalmente, e la sua carriera è una rara dimostrazione del fatto che l’arte e le lettere contemporanee non devono necessariamente darsi le spalle».
Iker Seisdedos, El País


IL COMMENSALE
di Gabriela Ybarra

Nel 1977 un commando dell’ETA sequestra, nella sua casa di Neguri, Javier Ybarra, ex politico e personaggio di spicco dell’oligarchia industriale basca. L’autrice sente questa storia per la prima volta da bambina ma solo anni dopo, in seguito alla malattia della madre, riscopre la traccia di quel crimine dietro ai silenzi e agli interrogativi sulla sua famiglia. Attraverso i ricordi compone un dialogo con la morte, un mosaico di eventi, immagini e parole che formano una mappa della sua identità.

Il Commensale è un romanzo carico di sentimenti reali, in cui attraverso il dolore privato e autobiografico della perdita appare la tragedia pubblica, mentre la vicenda familiare si confonde con la storia del Paese Basco.

Si racconta che nella mia famiglia si sieda sempre un commensale in più a ogni pasto. È invisibile, ma c’è. Ha il suo piatto, il suo bicchiere e le sue posate. Di tanto in tanto appare, proiettando la sua ombra sul tavolo e facendo svanire qualcuno dei presenti.
Il primo a sparire fu mio nonno paterno.

Gabriela Ybarra 
Nata a Bilbao nel 1983. Laureata in Amministrazione e Organizzazione Aziendale alla Universidad Pontificia de Comillas, si specializza in Marketing all’Università di New York. Vive a Madrid dove scrive occasionalmente per El País, compie studi di mercato e si dedica all’analisi di alcuni social media. Il Commensale è il suo primo romanzo; nel 2016 vince il premio «Euskadi. Literatura en Castellano» e nel 2018 è tra i finalisti al «Man Booker International Prize».

«Una letteratura che non ha nemmeno un aggettivo superfluo».
Juan Cruz Ruiz, El País


PROMOZIONE

In omaggio con i due libri, una copia del libro Stan the Man – intervista inedita in edizione limitata a Stan Lee.
Grazie ad Alessandro Polidoro Editore!

In offerta!

MANODOPERA e IL COMMENSALE

32,00 30,00

(-6%)

EDITORE: Alessandro Polidoro Editore

Categoria: